Home page di Sportenews.it
Sportenews.it - il portale dello sport e delle news da Lucera nel Mondo
- Santo del giorno: S. Elisabetta Regina
| Home | Collabora con noi | Pubblicità | Segnala evento
Direttore Responsabile Antonio Bruno Giornalista Professionista di Lucera (FG) IT
Gal meridaunia
Fiera Mediterranea
     
Soluzioni Mediaweb - Grafica Pubblicicataria web Agency
Video sportenews.it
Sondaggio
Segnala Evento
Collabora con noi
Pubblicità
Sondaggio
Chi vincerą il campionato di serie A 2018-2019
< RISPONDI AL SONDAGGIO >
- Tutti i sondaggi

centro gusto troia
 Calcio
 Basket
 Volley
 Ciclismo
 Arti marziali
 Tennis
 Scherma
 Atletica
 Motori
 Scacchi
 Altro
 Politica
 Cultura
 Attualitą
 Sociale

 NEWS
Italia dei Valori: stato dell'arte dal nazionale al locale
Politica
Italia dei Valori: stato dell'arte dal nazionale al locale
20/11/2013
Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comunicato stampa inviato dalla segreteria dell'IDV di Lucera


Italia dei valori: stato dell'arte dal nazionale al locale.

Molti cittadini amici e simpatizzanti ci chiedono cosa è successo all'Italia dei valori e ci sembra doveroso un aggiornamento dello stato dell'arte del partito. Tutti o molti sanno che all'indomani della famigerata puntata di Report programma nazionale d'inchiesta su politici partiti e non solo si è creato un gran subbuglio intorno alla figura dell'Italia dei valori e dell'ex Presidente Antonio di Pietro. E' trascorso circa un anno da quella puntata che si barcamenava tra informazione e disinformazione. La questione delle presunte 56 case di Di Pietro ampiamente smentita documentalmente dal Presidente onorario Di Pietro (basta andare sul sito nazionale alla voce operazione trasparenza) (che risulta proprietario di sole tre case più la tenuta ereditata dal padre, non è bastata ad evitare una rapida discesa dei consensi del partito.
La scelta per rivoluzione civile si è rivelata inopportuna e prematura perché metteva insieme più debolezze unite da un progetto elaborato velocemente e che all'interno portava più sensibilità, in parte diverse tra loro ed unite solo da una questione di moralità e legalità intorno alla figura del magistrato Ingroia. Archiviato il progetto di Rivoluzione Civile i dirigenti di Italia dei valori a tutti i livelli territoriali e nazionali hanno aperto una nuova fase costituente di IDV che ad un anno dai fatti di Report e meno di un anno dalle elezioni hanno comportato una vera rivoluzione all'interno del partito.
Innanzitutto l'autocritica dell'allora Presidente Di Pietro è stata non solo di facciata o formale, ma Di Pietro ha fatto un passo indietro per far spazio a nuova classe dirigente. Questo è visibile non solo dal nuovo logo che non porta più il suo nome e che vale a spersonalizzare il partito, ma anche dal fatto che oggi Di Pietro, pur essendo il fondatore e Presidente onorario non ha cariche politiche all'interno del partito. E' solo il Presidente onorario, in quanto fondatore del partito, ma senza alcun potere all'interno del medesimo.
Italia dei valori è stata ed è la prima forza politica nazionale a celebrare un congresso nazionale con scelta del suo segretario nazionale (tra quattro diverse mozioni) che ha consentito la votazione on line a tutti gli iscritti (e non solo a delegati). Non ci sono stateti falsi tesseramenti o tesseramenti gonfiato ad arte.
Questo congresso ha consacrato come nuovo segretario di partito Ignazio Messina , già 2 volte sindaco di Sciacca nella primavera palermitana e onorevole nell'ultima legislatura.
Ignazio Messina ha da subito avviato un lavoro di riforma delle regole dell'Italia dei valori costituendo un comitato statutario formato da 100 componenti uno per provincia e dei quali ha fatto parte anche il responsabile cittadino di Lucera, avv.Vincenzo Leccese e che ha elaborato all'indomani di San Sepolcro un nuovo statuto all'insegna della maggiore trasparenza nella gestione del partito, dei bilanci, del decentramento del potere e della spersonalizzazione, della collegialità nelle decisioni affidate non più e non solo nelle mani di una persona ma per la gran parte nell'esecutivo nazionale che è una realtà molto allargata fino a comprendere anche le realtà territoriali nelle decisioni di competenza.
Il ruolo di Lucera, della provincia di Foggia nella redazione del nuovo statuto è stato pregnante;tra i 10 ontributi più apprezzati e votati; tra l'altro si deve alla provincia di Foggia e a Lucera l'inserimento tra le finalità del partito (art 2 statuto) la centralità della sovranità popolare nel costruire una nuova Europa; una politica nazionale del partito tesa allo sviluppo economico equo, solidale e sostenibile improntato alla difesa e alla valorizzazione dei beni comuni e alla salvaguardia del territorio. sono stati inserite norme che vietano i doppi incarichi, che fanno da filtro alle adesioni strumentali, ragion per cui occorre almeno una iscrizione annuale per accedere a incarichi o partecipare alle liste elettorali, norme per ridurre a 4 mesi i commissariamenti e ripristinare subito la democraticità dei congressi territoriali...
A seguito del lavoro statutario è stato riconoscuto a Lucera ed all'avv.Vincenzo Leccese un ruolo all'interno del coordinamento regionale puglia, il cui segretario neo eletto è Massimo Colia, già segretario provinciale provincia di Foggia.
Italia dei valori poi sabato scorso ha chiuso tutti i coordinamenti regionali e provinciali (ove per la prov. FG è stato eletto il dott. Matteo Marolla) e a distanza di un anno appare riorganizzata e pronta a portare avanti battaglie vecchie e nuove.
I dati dei primo appuntamenti elettorali dopo le elezioni politiche del 2013 ci danno ragione; dall'essere scomparsi nei sondaggi si è passati prima all'1%, poi all'1,505 e da ultimo domenica e lunedì 18,19 novembre in Basilicata Idv ha raggiunto il 3,50%. Il trend è in crescita.
Italia dei valori nel ventennio della deriva berlusconiana è stata un argine reale e concreto allo strapotere di stampo liberista e si è sempre opposta al Berlusconismo imperante, lottando contro il signoraggio bancario, il conflitto di interessi, per i diritti civili e a difesa degli ultimi; negli ultimi anni ha raccolto le firme in difesa dei beni comuni, per l'acqua pubblica, contro il nucleare e contro il legittimo impedimento; ha raccolto le firme contro il porcellum auspicandosi un ritorno ai collegi uninominali (mattarellum) e alle preferenze dei cittadini nello scegliere i propri rappresentanti politici in parlamento.
Da ultimo Italia dei valori è impegnata contro il gioco d'azzardo; primi a porre in campo nazionale un'attenzione ad un problema così delicato, una vera e propria piaga sociale sulla quale ipocritamente più di qualcuno lucra a danno dei poveri e dei soggetti psicologicamente e socialmente più esposti.
Italia dei valori di Lucera pertanto invita tutti coloro, giovani, donne uomini che si riconoscono nei valori di legalità e giustizia sociale a partecipare attivamente alla vita politica, partendo dalla propria città.
A tal fine si segnala con forza che Italia dei valori a Lucera non intende allearsi con tutte quelle forze politiche e persone che hanno amministrato negli ultimi 20 anni la città, sia di destra ovviamente ma anche di sinistra, essendo contraria come in campo nazionale anche e soprattutto in quello locale alla logica delle larghe intese all'insegna della somma aritmetica o algebrica tra i partiti politici vecchi e presunti nuovi.
Il dibattito che sta emergendo in questi ultimi mesi a Lucera su civiche e partiti richiede una precisazione. Certamente non ha credibilità chi ha portato Lucera nella situazione in cui versiamo, no all'attuale amministrazione e alle sue componenti, no ai trasformismi e ai salti della quaglia; si invece al dialogo con le forze civiche che hanno fatto vera opposizione a Lucera.
Italia dei valori auspica che a Lucera dialoghino persone oneste, leali, trasparenti che sulla base della loro storia e credibilità personale si mettano al servizio reale della città. No a portatori di interessi personali siano essi nei partiti o nelle civiche. Italia dei valori è consapevole che abbonderanno liste civiche alle prossime elezioni, ma attenzione perché anche nelle civiche ci saranno lupi travestiti da agnelli. Italia dei valori certamente guarda e dialoga da tempo con i giovani di Lucera 2.0 che da ormai due anni analizzano i problemi della città e cercano di dare risposte alla città anche con proposte e risposte concrete, ed è aperta a chi fa vera e reale opposizione a Lucera. La questione ambientale, la legalità in tutte le sue declinazioni, la buona amministrazione e le nuove idee per una città intelligente e che abbia una visione ed una prospettiva di crescita sono le direttrici in cui si muoverà la nuova Italia dei Valori. Da ultimo invitiamo tutti ad aderire alla nuova Italia dei valori che si sta per avviare anch'essa a Lucera verso un nuovo congresso territoriale che eleggerà nuovi organismi e persone nuove che vogliano impegnarsi e mettersi in gioco in prima persona al servizio della propria comunità. A tal proposito il coordinatore cittadino attuale auspica l'ingresso di giovani, donne che vogliano mettersi a servizio della comunità e vogliano fare un'esperienza politica e formativa fattiva, augurandosi quanto il subentro nelle cariche locali di energie nuove e propositive.
Italia dei Valori Lucera
(comunicato stampa)

Stampa pagina Stampa pagina - Indietro Torna indietro

spazio disponibile
 
SPAZIO DISPONIBILE
 
 
monti dauni da scoprire


© SporteNews.it - Il Portale della Capitanata - Tutto lo sport e le news di Foggia, Manfredonia, San Severo, Lucera e della Puglia
Testata giornalistica Registrata al Tribunale di Lucera - R.P. 6/2004 - Direttore responsabile: Antonio Bruno Giornalista professionista
71036 Lucera (FG) - Puglia IT - cel. 39 329 0631854


una realizzazione Soluzionimediaweb.it

   
Mediaweb Grafica - Lucera (FG) Agenzia pubblicitaria - Mediaweb Grafic - Lucera FG