Home page di Sportenews.it
Sportenews.it - il portale dello sport e delle news da Lucera nel Mondo
- Santo del giorno: B. Amedeo di Savoia
| Home | Collabora con noi | Pubblicità | Segnala evento
Direttore Responsabile Antonio Bruno Giornalista Professionista di Lucera (FG) IT
     
Soluzioni Mediaweb - Grafica Pubblicicataria web Agency
Video sportenews.it
Sondaggio
Segnala Evento
Collabora con noi
Pubblicità
Sondaggio
Chi vincerą il campionato di calcio 2019-2020
< RISPONDI AL SONDAGGIO >
- Tutti i sondaggi

centro gusto troia
 Calcio
 Basket
 Volley
 Ciclismo
 Arti marziali
 Tennis
 Scherma
 Atletica
 Motori
 Scacchi
 Altro
 Politica
 Cultura
 Attualitą
 Sociale

 NEWS
Senatore Amoruso chiede intervento del Ministro dell'Interno su gara appalto gestione CARA di Borgo Mezzanone
Sociale
Senatore Amoruso chiede intervento del Ministro dell'Interno su gara appalto gestione CARA di Borgo Mezzanone
08/01/2012
Legislatura 16 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-06491

Atto n. 4-06491

Pubblicato il 22 dicembre 2011
Seduta n. 651

AMORUSO - Al Ministro dell'interno. -
Premesso che:
in data 19 gennaio 2009 la Prefettura di Foggia ha indetto una gara di appalto per la gestione dei Centri di accoglienza per richiedenti asilo (CARA) di Borgo Mezzanone (Foggia). A tale gara hanno partecipato otto società e la graduatoria finale ha visto al primo posto la società "Connecting People", seguita dalla Croce Rossa Italiana (CRI) e dal Consorzio OPUS;
in seguito a una serie di vicende giurisdizionali innescate da un ricorso della CRI, le sentenze n. 3425/2010 del TAR Bari e n. 1022/2011 del Consiglio di Stato hanno successivamente dichiarato l'illegittimità dell'aggiudicazione di cui sopra. In particolare il Consiglio di Stato ha rilevato come il bando di gara prevedesse 56 addetti da impiegare nel CARA, mentre la società aggiudicataria ne contemplava solo 36, il che metteva in questione la stessa congruità economica della proposta fatta dalla società "Connecting People";
inoltre, mentre avviene ciò, vi è anche da sottolineare come - dovendosi procedere ad aggiudicare l'appalto al soggetto classificatosi secondo in graduatoria - il 17 settembre 2010 la Prefettura di Foggia abbia annunciato una verifica dell'attendibilità (anche alla luce delle pronunce giurisdizionali indicate) dell'offerta formulata della seconda classificata CRI, che già a parere della Commissione di gara era apparsa sin da subito anomala;
in tale contesto appare degno di approfondimento e di spiegazioni il fatto che, nonostante il quadro sopra descritto, a tutt'oggi la società "Connecting People"continui a gestire il CARA in questione, mentre, in merito alla CRI, il Consorzio OPUS, terzo classificato nella gara in questione, si è rivolto alla Prefettura di Foggia richiamando le sentenza n. 32649/2010 del Tar Lazio che afferma come la CRI (essendo un ente di diritto pubblico) non sia legittimata a partecipare alle procedure di evidenza pubblica;
ad oggi la Prefettura di Foggia non risulta abbia adottato alcun provvedimento giurisdizionale di esclusione,
si chiede di conoscere:
se al Ministro in indirizzo risultino i motivi per cui la Prefettura di Foggia non si sia attenuta ai provvedimenti giurisdizionali indicati in premessa;
quali iniziative di competenza si intendano assumere per ciò che attiene (come indicato in particolare nella citata sentenza del Consiglio di Stato) al problema della presenza di una quantità di personale addetto all'assistenza agli immigrati minore rispetto a quanto richiesto dal bando di gara, in violazione anche delle regole generali di sicurezza per i lavoratori e per gli stessi ospiti del CARA;
se si intenda disporre, a fronte della situazione venuta a determinarsi, un'indagine conoscitiva interna, atta a verificare l'efficacia, l'efficienza e l'economicità delle decisioni assunte anche sotto il profilo amministrativo contabile.
Stampa pagina Stampa pagina - Indietro Torna indietro

spazio disponibile
 
SPAZIO DISPONIBILE
 
 
monti dauni da scoprire


© SporteNews.it - Il Portale della Capitanata - Tutto lo sport e le news di Foggia, Manfredonia, San Severo, Lucera e della Puglia
Testata giornalistica Registrata al Tribunale di Lucera - R.P. 6/2004 - Direttore responsabile: Antonio Bruno Giornalista professionista
71036 Lucera (FG) - Puglia IT - cel. 39 329 0631854


una realizzazione Soluzionimediaweb.it

   
Mediaweb Grafica - Lucera (FG) Agenzia pubblicitaria - Mediaweb Grafic - Lucera FG